L'adesione dell'Unione Industriali di Como

In data 01/12/71 i soci (50 Associazioni Industriali e 15 Aziende) si riunirono in Assemblea straordinaria per modificare lo Statuto onde "consentire all'Associazione la diretta istituzione di iniziative per la formazione, addestramento e perfezionamento, nonché la possibilità di costituire Delegazioni Regionali ed unità operative locali".
Delegazioni Regionali ed unità operative locali erano parte integrante di E.N.F.A.P.I.: con le prime l'Associazione teneva i rapporti con le singole Regioni, con le seconde, sostenute finanziariamente dal Socio che le aveva promosse (Associazioni Industriali, Aziende e Consorzi di Aziende), effettuava i corsi sul territorio.
Fu cosi che nel gennaio 1972 l'Unione Industriali di Como chiese di istituire un'unità operativa a Como e in data 27/02/72 il Consiglio di Amministrazione E.N.F.A.P.I. deliberò la costituzione del "Centro Operativo di Como", con sede in Como - via Raimondi, 1".
Dal 1972 al 1976 l'Unione Industriali di Como si impegnò in una serie di attività che portarono al riconoscimento, ex art. 11 - comma e della legge 16/06/75 n. 93 della Regione Lombardia, del Centro ENFAPI di Lurate Caccivio e della sede staccata di Lenno ed all'inizio dell'attività di entrambi i Centri nell'anno formativo 1976/1977.
Negli anni 1974/75 e 1975/76 l'Unione Industriali partecipò in modo rilevante alla gestione e, insieme alla ditta Kent Tieghi ed alla Comunità Montana, al finanziamento della "Scuola Professionale per meccanici di Lenno", che era stata istituita dal Comune di Lenno con delibera n. 25 del 18/07/1974 e aveva un Comitato di Gestione formato da due rappresentanti della Amministrazione Comunale e tre rappresentanti dell'Unione Industriali di Como.
La scuola nacque soprattutto per le sollecitazioni della ditta Kent Tieghi di Lenno, che già nel 1973/74 aveva istituito dei corsi aziendali di disegno meccanico per sopperire all'inadeguatezza dell'offerta di manodopera locale, e per raccogliere le istanze dei genitori che nelle riunioni dei Consigli di Istituto appena costituiti manifestavano preoccupazione per il futuro dei figli, perché in zona l'unica offerta scolastica dopo la scuola media era costituita dall'Istituto di Ragioneria di Menaggio.
Per l'avvio dei corsi e per l'aggiornamento dei docenti la scuola ebbe una valida collaborazione da parte della scuola aziendale "G.E. FALK" di Dongo e della Scuola Professionale "CAMERAMA" di Torino che già operavano sotto il patrocinio ENFAPI.
La scuola iniziò l'attività in alcune aule dell'edifìcio Comunale delle Elementari e quindi si spostò nell'edificio di via Diaz, 2 di proprietà della Curia Vescovile di Como che il Comune ottenne in concessione, per nove anni.