La costituzione del Centro Operativo di Como

Nel 1974 l'Unione Industriali iniziò a valutare la possibilità di costituire un Centro di Formazione nella zona di Olgiate Comasco.
Alla pagina 12 dell'edizione anno 1° - n. 1 - marzo/aprile 1975 di "Partecipazione" (periodo dell'Unione Industriali di Como) si legge:
"E' stata impostata l'iniziativa per un "Centro di Formazione Professionale" nel distretto scolastico di Olgiate Comasco, dove si lamenta da tempo lo squilibrio esistente tra le crescenti esigenze di manodopera qualificate e le inesistenti strutture di istruzione professionale.
A questa decisione si è giunti per sopperire alle esigenze di una più stretta collaborazione tra il mondo della scuola e quello dell'industria.
Non è d' altra parte un mistero che l'attuale ordinamento scolastico è inadeguato non soltanto alle esigenze industriali, ma anche alle aspirazioni personali degli allievi e, in ultima analisi, alle aspettative della comunità."
Così come è stato previsto, questo Centro di Formazione Professionale dovrebbe avere un indirizzo verso i settori della meccanica ed elettromeccanica.
Oltre alle motivazioni collegate alla tipologia aziendale della zona, tale scelta ha una sua ragione d'essere nella preparazione "meccanica ed elettromeccanica" vista come preparazione "base".
Nessuna specializzazione tecnica può prescindere da una conoscenza dell'impiantistica in generale, su cui poi agevole una ulteriore specializzazione, sia in essa tessile o indirizzata verso altri settori..."
Nel 1976 l'Unione Industriali finanziò la costruzione del Centro di Formazione in Lurate Caccivio.
Nella riunione del Comitato di Gestione del 24/02/76 l'Unione Industriali propose al Comune di Lenno di fare confluire la "Scuola professionale per meccanici di Lenno" nell' E.N.F.A.P.I. ed i Rappresentanti del Comune si dichiararono favorevoli in linea di massima.
Nel maggio 1976 l'Unione Industriali chiese all'E.N.F.A.P.I. di gestire la Scuola Professionale di Lenno e il Centro di Formazione di Lurate Caccivio come E.N.F.A.P.I. Centro Operativo di Como
Nel giugno 1976 E.N.F.A.P.I. rispose affermativamente alla proposta dell'Unione Industriali ed il Comune di Lenno deliberò il passaggio della Scuola Professionale all'E.N.F.A.P.I.
Responsabile di E.N.F.A.P.I. - Centro Operativo di Como fu nominato il Presidente pro-tempore dell'Unione Industriali di Como.
A seguito dell' interessamento della Delegazione Regionale di E.N.F.A.P.I., la Regione deliberò il riconoscimento di Lurate Caccivio quale sede principale e il Centro di Lenno quale sede staccata del primo.